Le fasi principali di progetto

Ecco i passi principali che si affrontano durante un progetto ROSS di Ricerca Operativadello Studio Spreafico.
Il primo insieme riguarda le attività preliminari, nelle quali si studiano tutti gli aspetti legati alla fattibilità del progetto, sino alla definizione del preventivo.
La seconda fase considera lo sviluppo e l’affinamento del o dei modelli matematici necessari. Il punto di arrivo è rappresentato dalla presentazione delle soluzioni mediante una relazione finale.

schemafasiprogetto

1. Incontro preliminare e presentazione della consulenza

Durante questo incontro, il Project Manager (vedere paragrafo “Attori”) individua, assieme ai responsabili della vostra Azienda, le opportunità applicative più interessanti e necessarie, analizzando anche il ventaglio dei casi di successo proposti da ROSS e presenta brevemente tutti gli aspetti del progetto.

2. Studio preliminare di fattibilità

 

  • Approfondimento abstract: le opportunità applicative individuate vengono analizzate dall’O.R. Specialist e dal Project Manager al fine di verificare gli aspetti modellistici principali e la reperibilità, in termini generali, dei dati e delle informazioni necessarie.
  • Ipotesi di nomina di un consulente esperto in materia: in questa fase può evidenziarsi la necessità di coinvolgere nel progetto un Consulente Aziendalespecializzato nell’argomento specifico oggetto del modello.
  • Relazione studio preliminare fattibilità: il Project Manager prepara una breve relazione sugli approfondimenti realizzati e la consegna all’Azienda, descrivendo e presentando le modalità operative e logistiche necessarie.

 

3. Studio completo di fattibilità

Analisi della struttura del problema:

  • Definizione Obiettivi e legami logico-funzionali: funzione obiettivo, insieme dei vincoli, classi di dati, etc.
  • Definizione delle strutture dati: identificazione delle informazioni primarie ed aggregate necessarie.
  • Prototipizzazione e analisi del modello: verifica delle proprietà.
  • Identificazione ipotesi di benefici: considerazioni chiave sulle ipotesi di reali benefici conseguenza dell’applicazione del modello di Ricerca Operativa.

Tale processo avviene mediante una stretta collaborazione tra il Project Manager e l’O.R. Specialist, che ha il compito di specificare le informazioni che necessitano al corretto sviluppo del modello, e tra la vostra Azienda e il Project Manager che deve verificare l’effettiva disponibilità di tali informazioni, le modalità di reperimento e l’aderenza specifica di quanto ipotizzato con lo scenario reale all’interno dell’azienda.
L’iterazione tra il Project Manager e il cliente può essere coadiuvata e completata, dove necessario, dal Consulente Aziendale esperto in materia, se nominato. Il termine di questa fase permette la definizione del preventivo per la realizzazione dell’intero progetto.

4. Costruzione modello Ricerca Operativa

Partendo dai risultati ottenuti dallo Studio completo di fattibilità, l’approccio modellistico, in termini generali, procede secondo i seguenti passi:

  • Costruzione del modello: fase di formulazione, durante la quale si descrivono in termini matematici, mediante opportuni linguaggi di programmazione, tutte le caratteristiche del problema e dei suoi dati.
  • Analisi del modello: verifica per via analitica di proprietà come l’esistenza della soluzione ottima, le condizioni di ottimalità, la stabilità delle soluzioni, etc.
  • Soluzione del modello: l’elaborazione del modello avviene mediante opportuni algoritmi di calcolo; la soluzione numerica ottenuta deve poi essere valutata ed interpretata dal punto di vista applicativo.
  • Validazione del modello: in quest’ultima fase si analizzano eventuali elementi di inaccettabilità, da inserire nel modello stesso, in un meccanismo di raffinamento iterativo.

5. Relazione finale

La relazione finale è rappresentata da un documento di sintesi, consegnato all’Azienda, con tutti gli elementi derivati dalla (o dalle) soluzioni dei modelli realizzati.
Il documento può essere accompagnato da ulteriori suggerimenti applicativi o commenti ad opera del Consulente Aziendale, se nominato.

Gli attori

Quante persone sono necessarie per un progetto di Ricerca Operativa?

Nella maggior parte dei casi, è sufficiente la presenza del Project Manager, dell’O.R. Specialist, entrambi ROSS, del Referente principale e del Responsabile dipartimento / beneficio della vostra Azienda.

Risorse esterne alla vostra Azienda – ROSS:

  • Project Manager: si occupa di coordinare tutte le attività inerenti al progetto, è il referente principale per la vostra Azienda.
  • O.R. Specialist: ingegnere esperto in Ricerca Operativa, lavora a stretto contatto con ilProject Manager e si occupa dell’analisi, dello sviluppo e della soluzione matematica dei modelli matematici realizzati. Si tratta del responsabile scientifico del progetto.
    Egli coordina gli altri specialisti di Ricerca Operativa e il team di sviluppo di eventualipacchetti software definiti nel progetto.
  • Consulente Aziendale esperto in materia (facoltativo): consulente esterno a ROSS e alla vostra Azienda, in grado di apportare ulteriori gradi di conoscenza all’interno di specifiche problematiche oggetto del progetto.
    La sua consulenza viene estesa a volte fino alla stesura della relazione finale del progetto.
  • O.R. Specialist junior (facoltativo): il responsabile scientifico del progetto può essere affiancato da uno o più ingegneri specializzati in Ricerca Operativa che si occupano di parti specifiche di progetti di medie – grandi dimensioni.

In caso di sviluppo pacchetto software ROSS: la soluzione di alcuni problemi di Ricerca Operativa potrebbe prevedere lo sviluppo di specifici pacchetti software, in grado di raccogliere dati e fornire soluzioni anche in diversi momenti all’interno della vostra Azienda, in totale autonomia.

webapp

In alcuni casi può essere previsto lo sviluppo di applicativi utilizzabili via web, in grado di raccogliere opportune strutture dati, da parte degli operatori all’interno dell’Azienda. Tali dati vengono poi passati a ROSS ed elaborati, su richiesta, assieme ai modelli già definiti.

  • Software engineer (Core): analista che progetta il motore (anche interfacciandosi con opportune librerie di algoritmi di Ricerca Operativa) in grado di risolvere i modelli matematici definiti dall’O.R. Specialist.
  • Software developer (Core): uno o più programmatori C++ che implementano il nucleo del pacchetto software.
  • Software engineer (Database): specialista che sviluppa l’architettura dei database per la raccolta e la gestione dei dati che alimentano i modelli di Ricerca Operativa.
  • Software developer (GUI): specialista che si occupa dei moduli di interfaccia (stand alone, web, etc.) tra i motori, i database e l’utente, ovvero delle schermate che consento l’inserimento e la gestione dei dati e dei parametri per il corretto funzionamento dei pacchetti software.

Risorse interne alla vostra Azienda:

  • Referente principale: è il responsabile del progetto dal punto di vista della vostra Azienda.
    Coordina le attività interne al fine di fornire tutte le informazioni e i dati necessari al corretto sviluppo del progetto di Ricerca Operativa. Si occupa inoltre di far applicare le soluzioni contenute nella relazione finale Ross.
  • Responsabile dipartimento / beneficio: è nominato dal Referente principale e supporta tutte le attività legate all’approfondita analisi di funzionamento del proprio dipartimento, finalizzate alla rappresentazione modellistica del problema.
  • Responsabile informazioni / dati: si tratta di un tecnico dello stesso dipartimento, in grado di raccogliere e organizzare tutti i dati necessari a supporto del lavoro svolto dalResponsabile dipartimento / beneficio.

 

Consulting, maintenance, training

I servizi che offriamo alla vostra Azienda vi supportano in ogni fase di vita di un progetto diRicerca Operativa
Il nostro obiettivo è massimizzare i vostri benefici e gli effetti della consulenza ROSS.

Il procedimento di raffinamento iterativo tipico dello sviluppo di un progetto di Ricerca Operativa, può essere attivato in qualsiasi momento di revisione degli Obiettivi Aziendalio di cambiamento dello scenario.
Questo significa poter contare sempre su uno strumento avanzatissimo per il supporto alle decisioni, a costi estremamente contenuti e con poche modifiche al modello iniziale.

training

La formazione del personale all’interno dell’Azienda, nella gestione delle problematiche di progetto e mantenimento dei modelli realizzati, offre inoltre un’interessante opportunità diacquisizione di know-how e di autonomia nella gestione degli strumenti.
La formazione riguarda principalmente l’addestramento all’utilizzo dei pacchetti software installati presso la vostra Azienda ma può affinarsi, ed estendersi anche ai modelli matematici stessi e a tutti gli aspetti di definizione del progetto e di gestione dei dati necessari.

Aprile: 2021
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Archivi